Sono la novità di questi ultimi anni, oramai sempre più diffuse in un arredo moderno. Le strisce led si prestano a qualsiasi tipo di ambiente. Le troviamo così in cucina, in salotto, in camera da letto e persino in bagno. Possono essere con una luce bianca o calda, oppure con le diverse gradazioni di intensità tra le due. Le possiamo scegliere colorate, con telecomandi che ci consentono di scegliere i toni del rosso, del blu o del giallo per creare la giusta atmosfera.

La grande versatilità del led consente impieghi tanto nel cartongesso quanto nel pavimento oppure – scegliendo quelle resistenti all’umidità – nelle cabine doccia o in prossimità della vasca da bagno.

Sono sempre di più i progetti che vedono protagonista le strisce led, e sono sempre di più i clienti che preferiscono queste soluzioni anche solo per “rimodernare” la loro abitazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un altro grande vantaggio delle strisce led è la possibilità di ottenere un’illuminazione regolabile. Questo consente di avere l’intensità che si desidera: maggiore se, ad esempio, si vi è una cena in corso; più bassa se si è davanti alla TV e si vuol ricreare un “effetto cinema”.

 

La loro versatilità unita alla possibilità di sceglierne la lunghezza fanno sì che diventino un elemento di arredo della stessa importanza di mobili, divani e tipologia di finiture di ante e piani d’appoggio. Si pensi a delle strisce che partono dal soffitto e poi continuano sulla parete adiacente creando una L; oppure a strisce che seguono il percorso dei pensili della cucina per continuare nella zona relax; o, ancora, alle strisce led che incorniciano la testa del letto sostituendo la presenza delle “vecchie” abat-jour sui comodini.

Insomma la loro versatilità è così ampia e le possibilità di personalizzazione così diverse che nei nostri progetti d’arredo giocano sempre più un ruolo di fondamentale importanza.